l'ingegneria per l'ambiente e la sicurezza

Matteo Monti

Ingegnere per l’ambiente ed il territorio, nel 2005 consegue con lode la laurea triennale presso l’Università degli studi di Bologna con tesi su soluzioni progettuali innovative per scolmatori di piena nelle reti di drenaggio urbano nell’ambito del corso di costruzioni idrauliche tenuto dal prof. ing. A. Brath.

Nel 2008 consegue con lode, sempre presso l’Università degli studi di Bologna, la laurea specialistica in Ingegneria per l’ambiente ed il territorio - indirizzo protezione del suolo e del territorio – con tesi di ricerca sull’analisi dell’evoluzione morfologica del fondale indotta ad Igea Marina (RN) da opere a cresta bassa mediante rilievi topo-batimetrici ed aviotrasportati, svolta nell’ambito del progetto europeo BeachMED-e, sottoprogetto OpTIMAL, sotto la direzione scientifica della prof.sa ing. B. Zanuttigh e dell’ing. M. Preti di Arpa Ingegneria ambientale

 Sempre nel 2008 consegue l’abilitazione dell’esercizio alla professione e dal 2009 si iscrive all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ravenna, con numero di iscrizione 1776/A.

 Nel corso degli studi collabora con Arpa Ingegneria Ambientale dapprima nell’ambito del progetto Quarta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e analisi dell'evoluzione recente del litorale emiliano romagnolo, nel quale collabora inoltre alla stesura della relazione sullo “Stato del Litorale emiliano-romagnolo all’anno 2007 e piano decennale di gestione”, poi nell’ambito del progetto europeo BeachMED-e, sottoprogetto OpTIMAL, dove svolge l’analisi tecnica e statistica delle differenze tra rilievi topo-batimetrici realizzati tramite differenti tecnologie.

Successivamente, in collaborazione con il dipartimento DISTART dell’Università di Bologna, svolge per conto di Arpa Ingegneria Ambientale il monitoraggio dell’intervento sperimentale di difesa costiera di Igea Marina.

A seguito del conseguimento della laurea specialistica collabora con l’Università di Bologna, dipartimento DISTART – Polo di Forlì - e con Romagna Acque nell’ambito della Valutazione del piano decennale di investimenti di Romagna Acque, sotto la direzione scientifica della prof. sa ing. I. Daprà.

 Tornato a Ravenna, sua città natale, collabora con lo studio di ingegneria Zoppellari & Associati e, nel febbraio 2009, è socio fondatore, insieme all’Ing. Paolo Zoppellari e all’Ing. Andrea Gollini, della società di ingegneria Zoppellari & Associati s.r.l., la quale prosegue le attività dello studio di ingegneria.

Per la Zoppellari & Associati s.r.l. cura e partecipa alla stesura di Studi di Impatto Ambientale, tra i quali alcuni per Nuova Geovis S.p.A, CO.SE.A., ASA S.C.p.A., e Studi Preliminari Ambientali, tra i quali quelli per Unigrà S.p.A.

Cura inoltre la predisposizione di domande di autorizzazione in campo ambientale e di gestione dei rifiuti, in particolare Autorizzazioni Integrate Ambientali ed Autorizzazioni Uniche per la produzione di energia da fonte rinnovabile, tra le quali quelle per Unigrà S.p.A., Dister Energia S.p.A, AMGA Legnano per conto dello studio dell’ing. Comandini.

Per Herambiente s.r.l. svolge inoltre attività di consulenza nel campo della classificazione dei rifiuti, attività peritale e predisposizione di piani di caratterizzazione di siti contaminati e studio dei valori di fondo naturale di falde in siti di discarica.

Partecipa inoltre al gruppo di lavoro di Confindustria Ravenna per la predisposizione dei piani di gestione delle acque meteoriche dell’area portuale di Ravenna.

Accanto all’attività di consulenza in materia ambientale cura, nell’ambito di attività in materia di incidente rilevante, la modellistica ambientale finalizzata alla verifica del rischio per l’ambiente idrico sotterraneo (software HSSM).

Rappresentante di ARPA Ingegneria Ambientale nella riunione tecnica tenutasi all’Università La Sapienza di Roma nell’ambito del progetto europeo BeachMED-e, collabora alla stesura di articoli e documenti tecnici sia nell’ambito del progetto BeachMED-e, Projet OpTIMAL (2007, 2008) che nell’ambito delle attività svolte con Arpa Ingegneria Ambientale (Airborne LIDAR Bathymetry, BeachMED-e in Emilia – Romagna: i risultati, Bologna, 2008; Stato del litorale emiliano–romagnolo all’anno 2007 e piano decennale di gestione, Bologna, 2008; Bathymetric survey: a comparison between Airborne LiDAR Bathymetry (ALB) and conventional methods of measure, in Beach Erosion Monitoring (a cura di Pranzini & Wetzel), Firenze 2008).